PROGETTO per l’attivazione di uno “Sportello legale forense” per gli iscritti Nursing UP della ASL Roma 1

             

 

Premessa

Lo sviluppo delle competenze degli Infermieri e delle professioni sanitarie in Italia, ha fatto si che aumentassero in modo esponenziale anche controversie di varia natura. Si va dai procedimenti civili e penali e in particolare a quelli disciplinari. Uno degli scopi prefissi nella mission del progetto, è quello di fornire consulenza in ambito sanitario legale forense. D’altronde le competenze degli Infermieri Legali Forensi sono date dalla preparazione specialistica in ambito giuridico-legale e in virtù di questo l’infermiere specialista può intervenire in base alle sue competenze tecnico-professionali, nel valutare il corretto svolgimento delle procedure a carico del professionista. L’infermiere ha il diritto di richiedere la consulenza del suo collega specialista e farsi assistere in tutte le fasi del procedimento. Inoltre la consulenza può identificare le diverse situazioni e problematiche in ambito clinico e organizzativo.

Codice Deontologico Art 13 - Capo III: “L’infermiere assume responsabilità in base al proprio livello di conoscenze e ricorre, se necessario, all’intervento o alla consulenza di infermieri esperti o specialisti. Presta consulenza ponendo le proprie conoscenze e abilità a disposizione della comunità professionale”.

FUNZIONE DI CONSULENZA

In ambito infermieristico, il consulente può essere identificato in un infermiere specialista di provata capacità tecnica a cui ci si rivolge per ottenere informazioni e consigli nella materia di sua competenza. Questo si estende anche alle altre professioni Sanitarie.

AMBITI DI CONSULENZA

Il professionista sanitario legale forense, in qualità di consulente, offre il suo contributo a personale sanitario non medico dipendente di strutture pubbliche e private o libero-professionisti, in questo caso agli iscritti Nursing Up.

OBIETTIVO

Realizzare uno sportello di consulenza infermieristica legale-forense online, fruibile agli iscritti che chiedono assistenza per la soluzione di un problema; far si che in caso di un procedimento penale e/o civile e disciplinare a carico di un infermiere o altro personale sanitario non medico, sia proprio il collega specialista in materie legali/giuridiche a valutarne l’operato.

 

OBIETTIVI GENERALI

  • Dare visibilità alla figura del professionista sanitario legale e forense
  • Offrire una più ampia serie di servizi da parte di Nursing Up
  • Permettere agli iscritti di avvalersi di professionisti del settore nei casi in cui si trovassero in difficoltà

OBIETTIVI SPECIFICI

  • Definire le attività di sportello di consulenza
  • Definire le modalità di attivazione della consulenza (apertura di uno sportello front-office, casella di posta elettronica)
  • Predisposizione della documentazione per la raccolta dati, attività e tracciabilità, acquisizione di un format prestabilito
  • Definire indicatori di risultato per valutare l’efficacia dell’attività di sportello.

REALIZZAZIONE

Il primo “incontro” tra Infermiere forense ed assistito avverrà online tramite un modulo da compilare e/o una e-mail da inviare. Lo scopo dello sportello portale sanitario legale/forense, sarà in grado di offrire un servizio di consulenza “di base” gratuita per tutti gli iscritti dipendenti, sia ai liberi professionisti.

Le consulenze verranno fornite con particolare attenzione nei settori del Diritto del Lavoro, Diritto Amministrativo, Civile e Penale, nonché per i procedimenti disciplinari a cui i professionisti possono andare incontro durante lo svolgimento della propria professione.

Come anticipato in Premessa, qualora il professionista necessiti di consulenze o interventi legali da parte di un consulente legale o di un avvocato, queste verranno fornite dai professionisti del settore convenzionati con l'associazione esclusivamente previo appuntamento.

Per usufruirne sarà necessario essere iscritto al sindacato.

RISORSE

Per l’attuazione dello sportello legale/forense è sufficiente:

  • Stabilire un contatto e-mail tra gli iscritti e gli infermieri specialisti,
  • Ufficio per incontri tra lo staff Nursing Up e il richiedente la consulenza (nel caso non fosse necessario l’intervento dell’avvocato o consulente legale)

CONCLUSIONI

L’idea di uno sportello dedicato alle problematiche legali forensi, nasce per far si che la figura del professionista sia tutelata e valutata dallo specialista forense e non da altre figure non appropriate.

Inoltre si ritiene di precipua importanza far nascere una rete,, che permetta facilmente l’accesso da parte di tutti coloro che vogliono un parere o che necessitino di assistenza legale.

Per ultimo, ma non per importanza, si spera che tale iniziativa possa servire per un proselitismo che permetta a Nursing Up di crescere e raggiungere traguardi sempre più ambiziosi, che possano far crescere la professione dotandola di consapevolezza, autostima e competenza.

In questa prima fase sperimentale lo sportello di assistenza legale e forense inizierà a funzionare nella ASL Roma 1, successivamente sarà sviluppato a livello del Nursing Up provinciale di Roma.

 

Progetto realizzato a cura del Dott. Inf. Marco Sereni, Dott. Inf. Fabrizio Di Gregorio

& con la collaborazione di:         Inf. Leg. For. Mara Pavan – Presidente APSILEF                                                                                                                                  Dott. Inf. Mauro Carboni – Coordinatore Nursing Up Roma  

                                                   D.ssa Inf. Cinzia Crescia – Coordinatore Nursing Up Asl Roma 1