Sito su piattaforma provvisoria, in corso di aggiornamento

LA REGIONE LAZIO HA ESTERNALIZZATO QUALUNQUE COSA, SIA ESTERNO CHE INTERNO CHE PARCELLIZZANDO. ORA CI ACCORGIAMO DI COSA? CHI SI STUPISCE DI TUTTO CIÒ? IO NO!

 

 

Che il sistema sanitario del Lazio sia collassato ormai da settimane non è una novità. Ma era difficile immaginare che si sarebbe arrivati al punto di finire le ambulanze

(...) La notizia arriva nello stesso giorno in cui si è avuta notizia di un’operazione condotta dai carabinieri dei Nucleo antisofisticazione e sanità (Nas) che nelle vicinanze del Gemelli, a Monte Mario, hanno intercettato un mezzo utilizzato come ambulanza ma che aveva un'altra destinazione d’uso - non sono nemmeno a norma. (...)

Coronavirus Roma, il 118 finisce le ambulanze e se ne fa prestare cinque dall'esercito

Due di queste, senza personale sanitario, sono già entrate in servizio venerdi mattina al San Camillo, altri tre inizieranno a trasportare i malati nelle prossime ore

Che il sistema sanitario del Lazio sia collassato ormai da settimane non è una novità. Ma era difficile immaginare che si sarebbe arrivati al punto di finire le ambulanze. E invece è proprio quello che è successo tanto che il 118 è stato costetto a chiederne cinque in prestito all'Esercito.

La notizia arriva nello stesso giorno in cui si è avuta notizia di un’operazione condotta dai carabinieri dei Nucleo antisofisticazione e sanità (Nas) che nelle vicinanze del Gemelli, a Monte Mario, hanno intercettato un mezzo utilizzato come ambulanza ma che aveva un'altra destinazione d’uso - non sono nemmeno a norma. E così mentre i nuovi contagiati in tutto il Lazio aumentano a ritmo vertiginoso (2699, solo oggi) e i reparti covid sono pieni, come i pronto soccorso, le ambulanze restano ferme anche oltre 24 ore nei parcheggi degli ospedali con i malati isolati a bordo, senza poter intervenire su altre urgenze.

I mezzi di soccorso del sistema ordinario non bastano più. Il parco ambulanze della Regione Lazio dovrebbe essere implementato già nelle prossime ore e intanto, su richiesta dall’assessorato regionale alla Sanità, intervengono le ambulanze dell’Esercito. La misura rientra nel più ampio piano di supporto alla Sanità disposto dal ministro della Difesa Lorenzo Guerini. Due dei cinque mezzi con conducente, ma senza personale sanitario, messi a disposizione dall’Esercito alla Regione Lazio sono già entrati in servizio da venerdi mattina al San Camillo, altri tre inizieranno a trasportare i malati nelle prossime ore. Ma il problema delle ambulanze ferme ore con i malati a bordo persiste e riguarda tutti gli ospedali, dal Sant’Andrea al Gemelli, dal San Filippo Neri al policlinico di Tor Vergata, il San Camillo, il Vannini, il policlinico Casilino.

 

 

https://roma.repubblica.it/cronaca/2020/11/06/news/roma_coronavirus_il_118_finisce_le_ambulanze_e_se_ne_fa_prestare_cinque_dall_esercito-273383816/?ref=fbpr&fbclid=IwAR2maJ_9xmlYP41kBO08frsxDMgfU-fVcWQTbduVkmMdZ-cgnOQuGQhUbzw